Yoga e fisioterapia

Un’ora in piccoli gruppi per scoprire soluzioni efficaci e pratiche alle proprie problematiche fisiche.
L’opportunità di un lavoro mirato e specifico per curare difetti posturali e dolori connessi (cefalee, lombalgie, sciatalgie, cervicalgie…) in cicli di cinque lezioni.

L’idea nuova di un corso in cui due discipline, lo yoga e la fisioterapia, si incontrano, nasce dalla scoperta di una matrice comune: la ricerca dell’equilibrio psicofisico, l’unione armoniosa di corpo, mente, respiro. Sia lo yoga sia la fisioterapia hanno infatti un approccio olistico.

Trattano i disturbi non come manifestazioni patologiche, ma come squilibri delle funzioni vitali. Intervengono con diverse modalità principalmente sulle affezioni dolorose dell’apparato muscolo-scheletrico, con una evidente ricaduta positiva sull’intero organismo. È, secondo noi, proprio l’equilibrio ritrovato attraverso una maggiore consapevolezza del corpo, la chiave per tornare a sentirsi bene.

In questi cicli di lezione caratterizzati proprio da un lavoro in piccoli gruppi (max 5-6 persone), la fisioterapista interviene attraverso la proposta di esercizi posturali mirati e rieducativi, mentre l’insegnante di yoga si avvale delle tecniche specifiche tratte da questa antica disciplina con esercizi di respirazione (pranayama) e posture (asana) complementari al lavoro di fisioterapia.

Le lezioni possono essere molto utili in condizioni quali: lombalgia, cervicalgia, dolori vertebrali in genere, problemi posturali derivanti da scorrette posizioni lavorative, sciatalgia, cefalea e altre problematiche ancora.

Il corso si propone di sviluppare inoltre nei praticanti, proprio per la semplicità e individualità delle tecniche impartite, la capacità di riconoscere e affrontare concretamente e autonomamente i propri “punti deboli”.

Conduttrice del corso:  Martina Cova, fisioterapista e insegnante di yoga

  • Screening osteopatico gratuito: è consigliabile portare con sé  RX, ecografie, TAC, risonanza magnetica, per ricercare eventuali indicazioni e controindicazioni al lavoro.
  • Eventuali manipolazioni dirette, se necessarie, verranno valutate in altra sede.

Per maggiori informazioni